giocattoli vibranti per adulti

Ho messo in vendita il mio vecchio GPS, per chi fosse interessato. L’antenna di vecchia generazione non soddisfaceva gli standard che mi sono dato per la rilevazione sentieristica, per quanto sia più che sufficiente per ogni altra applicazione. OK, ammetto che pure per i funghi non va bene, perché perde il segnale nel bosco fitto, ma per la mountain bike e l’escrursionismo va bene.
Ho preso un apparecchio dotato di antenna Sirf Star III. Sono una fashion victim del Sirf Star III, forse altri chip hanno prestazioni paragonabili, o magari fanno meglio, ma resta il fatto che io sono tra le vittime dell’ufficio marketing della Sirf. Ho preferito la soluzione smartphone, visto che contemporaneamente mi si era pure rotto il telefono e avevo anche venduto la chiavetta per l’internet mobile, così faccio tutto con un apparecchio solo, e soprattutto ci metto il programma che voglio io e le mie cartine, non quelle della Garmin, di cui abbiamo già parlato. Credevo di trovarmi davanti ad una scelta infinita di marche e modelli, ma scremando tutta la monnezza in commercio da quelli che non hanno il chip Sirf Star III, e quelli che non si connettono in HSDPA si rimane con meno di 10 modelli, se poi restringi ulteriormente su quelli con 128 mega di RAM ne restano 3*, di cui solo 1 venduto in Italia, questo. Certo, è un Acer, per la precisione un E-ten rimarchiato Acer, perché la Acer non è capace di fare le cose, le fa fare agli altri e le rimarchia. Marchio poco cool? Forse, ma tutti i vostri bei Nokia e i vostri bei HTC montano un chip GPS della Qualcomm, e costano il triplo. La comparativa di chipset GPS più seria che ho visto è questa, certo, non è una comparativa molto seria, basata su un solo test, senza benchmark, senza niente, ma comunque dà risultati chiari su chi spadroneggia il mercato dei chip GPS non differenziali. Fanno bene alla Nokia: quanti sono gli utenti che si accorgono (o a cui frega qualcosa) della differenza tra un economico chip Qualcomm e the real thing? Pochi.
Unica nota negativa, sono stato inculato da Unieuro. Era in offerta a 179 euro ma solo se lo ordinavo per posta, spendendo 7 euro di spese postali e imbarcandomi il gran casino di rispedirlo via corriere nel caso avessi dovuto restituirlo, cosa che per fortuna non è successa, mentre in negozio stava a 269. Quindi l’ho preso via posta, e il giorno che è finita l’offerta all’Unieuro via posta l’hanno messo in offerta in negozio, sempre a 179. Pazienza, dico, mi sarei infuriato ben di più se in negozio l’avessero messo a meno. In ogni caso, con 179 euro posso andare da uno con l’Iphone da 700 euro e dirgli “bella quella foto, me la mandi col bluetooth?” “ehmmm… uhmmm…” “beh allora mandami un MMS” “uhmmmm… ehmmm…” “dai, vediamo chi ha il GPS più preciso” “uh uh, oh oh”. Belinoni.

*queste operazioni sembrano più time-consuming di quanto non siano, se non si conosce pdadb.net

Annunci

One Response to giocattoli vibranti per adulti

  1. ordog ha detto:

    tei malato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: