trango cinch (quello vero)

 

da quando ho titolato un post che parlava di tutt’altro “trango cinch”, molta gente viene su questo blog a cercare informazioni sul trango cinch, e le loro ricerche vengono frustrate dal fatto che trovano un post che non parla del trango cinch.
immagino che siate tutti climber alle prime armi che non sanno scegliere tra il trango cinch e il petzl grigri. io non ne so quasi un cazzo e questo sport non mi piace, ma ho provato entrambi i freni e posso dare la mia opinione a chi ha le idee ancora più confuse delle mie.
per prima cosa dovete usare i freni dinamici, non i bloccanti. i bloccanti li usano i gay. i bloccanti da gay come il cinch e il grigri però tornano utili quando siete in falesia con gente inesperta quanto voi, di cui vi fidate poco, e solo in falesia, e solo con chiodatura a fittoni resinati o altro tipo purché a prova di caterpillar.
inoltre tornano utili, sempre in falesia, se dovete lavorarvi un tiro e rimanere appesi immobili per tot minuti, il che affaticherebbe chi vi fa sicura se usa un freno dinamico.
quindi se siete gay e andate solo in falesia con gente che si fa i cazzi propri anziché badare al vostro culo, il freno bloccante è ciò che fa per voi, e possiamo passare alle differenze col grigri (gli altri bloccanti in commercio sono così poco diffusi da non meritare attenzione).
1 – per prima cosa, il cinch è più piccolo, costa di meno ed è più leggero da portare; siccome fa la stessa cosa del grigri ho scelto il cinch per ragioni di taccagneria.
2 – il cinch è adatto a corde sottili, che il grigri fa fatica a frenare. non è vero il contrario: il cinch funziona bene anche sulle corde più spesse (è certificato fino a 11, come il grigri). ma questo vi interessa poco, perché è molto raro che un principiante si metta a cazzeggiare con corde ultrasottili, userete al massimo delle 9.8, che vanno bene in entrambi i freni.
3 – è diverso il modo di dare corda, se vi abituate con un freno, vi troverete male con l’altro. e poiché tutti hanno imparato sul grigri, tutti vi diranno che il cinch è scomodo/astruso/assurdo. se pensate di portarvi dietro uno di questi elementi è meglio mettergli in mano uno strumento che conosce, quindi comprate il grigri. resta il fatto che a parità di addestramento col cinch la corda si dà meglio, per il semplice motivo che dentro lo strumento passa senza fare anse.
4 – si dice che il cinch sia leggermente più dinamico perché hanno fatto delle prove e hanno visto che la corda scorre tipo 5 centimetri con voli di fattore 2. credo che questa sia una puttanata e all’atto pratico sia un bloccante identico al grigri. in una caduta da falesia la deformazione della ciccia che l’assicuratore ha intorno alla vita determina una dinamicità di gran lunga superiore rispetto al supposto scorrimento della corda nel cinch.
5 – essendo il cinch uno strumento più piccolo, la leva per calare in moulinette è più piccola e scomoda.
6 – essendo il grigri uno strumento più vecchio, pregi e difetti sono meglio noti alla comunità ed è disponibile sull’argomento una più ampia letteratura manualistica.
7 – tra il “personale esperto” (istruttori, veterani, vecchi arrampicatori) aleggia una certa diffidenza nei confronti delle novità. hanno appena accettato l’utilità del grigri rispetto al mezzo barcaiolo e ora, per qualche decina di anni, non tollereranno ulteriori novità. se siete a un corso, o arrampicate nelle vicinanze di questi individui, non fatevi vedere con un cinch o nella migliore delle ipotesi vi romperanno i coglioni illustrandovi i vantaggi del grigri con aria saccente.
per riassumere, il cinch è meglio del grigri, ma siccome tutti usano il grigri comprate anche voi il grigri.
da quando ho titolato un post che parlava di tutt’altro “trango cinch”, molta gente viene su questo blog a cercare informazioni sul trango cinch, e le loro ricerche vengono frustrate dal fatto che trovano un post che non parla del trango cinch.
immagino che siate tutti climber alle prime armi che non sanno scegliere tra il trango cinch e il petzl grigri. io non ne so quasi un cazzo e questo sport non mi piace, ma ho provato entrambi i freni e posso dare la mia opinione a chi ha le idee ancora più confuse delle mie.
per prima cosa dovete usare i freni dinamici, non i bloccanti. i bloccanti li usano i gay. i bloccanti da gay come il cinch e il grigri però tornano utili quando siete in falesia con gente inesperta quanto voi, di cui vi fidate poco, e solo in falesia, e solo con chiodatura a fittoni resinati o altro tipo purché a prova di caterpillar.
inoltre tornano utili, sempre in falesia, se dovete lavorarvi un tiro e rimanere appesi immobili per tot minuti, il che affaticherebbe chi vi fa sicura se usa un freno dinamico.
quindi se siete gay e andate solo in falesia con gente che si fa i cazzi propri anziché badare al vostro culo, il freno bloccante è ciò che fa per voi, e possiamo passare alle differenze col grigri (gli altri bloccanti in commercio sono così poco diffusi da non meritare attenzione).
no12
1 – per prima cosa, il cinch è più piccolo, costa di meno ed è più leggero da portare; siccome fa la stessa cosa del grigri ho scelto il cinch per ragioni di taccagneria.
2 – il cinch è adatto a corde sottili, che il grigri fa fatica a frenare. non è vero il contrario: il cinch funziona bene anche sulle corde più spesse (è certificato fino a 11, come il grigri). ma questo vi interessa poco, perché è molto raro che un principiante si metta a cazzeggiare con corde ultrasottili, userete al massimo delle 9.8, che vanno bene in entrambi i freni.
3 – è diverso il modo di dare corda, se vi abituate con un freno, vi troverete male con l’altro. e poiché tutti hanno imparato sul grigri, tutti vi diranno che il cinch è scomodo/astruso/assurdo. se pensate di portarvi dietro uno di questi elementi è meglio mettergli in mano uno strumento che conosce, quindi comprate il grigri. resta il fatto che a parità di addestramento col cinch la corda si dà meglio, per il semplice motivo che dentro lo strumento passa senza fare anse.
4 – si dice che il cinch sia leggermente più dinamico perché hanno fatto delle prove e hanno visto che la corda scorre tipo 5 centimetri con voli di fattore 2. credo che questa sia una puttanata e all’atto pratico sia un bloccante identico al grigri. in una caduta da falesia la deformazione della ciccia che l’assicuratore ha intorno alla vita determina una dinamicità di gran lunga superiore rispetto al supposto scorrimento della corda nel cinch.
5 – essendo il cinch uno strumento più piccolo, la leva per calare in moulinette è più piccola e scomoda.
6 – essendo il grigri uno strumento più vecchio, pregi e difetti sono meglio noti alla comunità ed è disponibile sull’argomento una più ampia letteratura manualistica.
7 – tra il “personale esperto” (istruttori, veterani, vecchi arrampicatori) aleggia una certa diffidenza nei confronti delle novità. hanno appena accettato l’utilità del grigri rispetto al mezzo barcaiolo e ora, per qualche decina di anni, non tollereranno ulteriori novità. se siete a un corso, o arrampicate nelle vicinanze di questi individui, non fatevi vedere con un cinch o nella migliore delle ipotesi vi romperanno i coglioni illustrandovi i vantaggi del grigri con aria saccente.
per riassumere, il cinch è meglio del grigri, ma siccome tutti usano il grigri comprate anche voi il grigri.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: